Bisogna saper perdere!

Pubblicato: 5 aprile 2010 in "SUPPOSTE DI PRESENTE" di Claudio Fois

Numero ventisette                                                                                                              Lunedì 5 Aprile 2010

L’autore si assume pienamente la responsabilità di quanto appresso riportato e solleva totalmente da qualunque onere il blog che lo ospita.

SUPPOSTE DI PRESENTE

Rubrica di pensieri e parole, riflessioni ed osservazioni sul mondo circostante

con lo scopo di far conoscere ai posteri com’era la nostra epoca e cosa si sono persi.

BISOGNA SAPER PERDERE

Cari, posteri è successo questo.

E’ successo che se saper perdere è un’arte, nelle ultime elezioni i rappresentanti della Sinistra italiana hanno dimostrato di essere dei talentuosissimi artisti!

In verità si sono dimostrati abili nel perdere ma sul fatto di accettare la sconfitta ci devono ancora lavorare perché nonostante gli avversari abbiano avuto più consensi, nonostante l’elettorato abbia perso fiducia, nonostante il loro potere di opposizione sia pari alla castità di Patrizia D’Addario, essi affermano che tutto sommato è andata bene. (Quando si dice la coerenza: incapaci anche nell’elaborare il lutto!)

Per ciò che riguarda il resto degli italiani, cari posteri, con la vittoria del razzismo leghista e della nefandezza del Berlusconi-pensiero, la nazione non ha perso dignità in Europa e nel mondo perché fortunatamente non ce l’aveva più da un pezzo!

Ma il saper accettare le perdite in allegria, cari posteri, è una dote che gli italiani sembrano avere spiccata poiché ultimamente è scoppiata un’ondata di offerte di gioco senza precedenti, evidentemente specchio di una domanda altrettanto forte.

Lo prova anche il fatto che il Governo contava di reperire parte dei fondi per l’Abruzzo con le lotterie istantanee, i cosiddetti “gratta e vinci” (e in effetti ai terremotati le palle stanno girando come quelle nell’urna del Lotto!).

In TV e su tutti i mezzi di comunicazione vengono pubblicizzati siti di scommesse, poker on-line e superlotterie che promettono vincite milionarie e sicure ma naturalmente le probabilità di vittoria sono le stesse che ha Totti di azzeccare un congiuntivo. Negli spot si vedono persone che ridono, che cliccano felici, che esultano da soli o in compagnia e forse è proprio questo il messaggio: “Gioite nel grattare la cartolina perché se sperate di farlo con i nostri soldi siete degli illusi”! E visto il successo di queste proposte pare che la cosa abbia attecchito.

Lo stesso accade con i semplici “innocenti” giochini nei programmi per famiglie in cui Carlo Conti esorta il pubblico a casa: “Giocate con noi: 1 euro ogni telefonata per vincerne 1000!”. Che significa: “Ehi farlocco, con lo zero virgola niente di possibilità puoi vincere 1000 euro IN BUONI ACQUISTO e dopo che già ci hai dato il canone che noi spendiamo in programmi di merda e ti bombardiamo di pubblicità, ora ci dai l’opportunità di incassare un milione IN CONTANTI in telefonate, ci stai?”.

Per (non) ottenere il premio segue una domanda talmente idiota che ribadisce il concetto, ovvero: “Se sei così stupido da cascarci non possiamo farti un quiz meno semplice di questo! E se sei così boccalone allora impara a perdere, ti servirà parecchio!”.

E gli italiani sono persone che sanno perdere, anzi, a volte mi viene il dubbio che è una cosa che proprio adorano.

Questo, cari posteri, per oggi è tutto. Con affetto il vostro antenato Claudio Fois

Link consigliato (Parodia di spot di scommesse del grande Walter Fontana)

http://www.youtube.com/results?search_query=bet+and+wait+1&aq=0

Annunci
commenti
  1. Stefano Giordani ha detto:

    L’Italia è una palestra: ti allena ai soprusi e alle prese per i fondelli. Una specie di addestramento da marines.
    Auguro ai posteri di nascere in Italia, allenarsi per qualche anno, e poi andare altrove.

  2. claudio ha detto:

    Probabilmente i nostri posteri non avranno bisogno di andare all’estero perchè saranno già tutti stranieri: per lo più cinesi!
    Ciao. Claudio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...