VUVUZELAS

Pubblicato: 20 giugno 2010 in "SUPPOSTE DI PRESENTE" di Claudio Fois

Numero trentanove                                                                                                           Lunedì 21 Giugno 2010

L’autore si assume pienamente la responsabilità di quanto appresso riportato e solleva totalmente da qualunque onere il blog che lo ospita.

SUPPOSTE DI PRESENTE

Rubrica di pensieri e parole, riflessioni ed osservazioni sul mondo circostante

con lo scopo di far conoscere ai posteri com’era la nostra epoca e cosa si sono persi.

VUVUZELAS

Cari, posteri è successo questo.

E’ successo che durante questa ultima edizione dei mondiali di calcio (al momento non ancora conclusa) è avvenuta una scoperta socio-scentifico-politica di portata storica senza precedenti. Pare incredibile, ma ascoltando anche solo per un minuto l’ipnotico, fastidioso rumore di fondo creato dalle migliaia di vuvuzelas suonate sugli spalti, non si può non restare esterrefatti nel notare che è lo stesso identico rumore delle dichiarazioni dei politici nei talk show e nei TG solo leggermente meno molesto!

Ebbene si, cari posteri, pure se il torneo non è ancora concluso e scardinando i più audaci pronostici, si può già affermare con certezza assoluta che chi ha vinto questa edizione dei mondiali di calcio è questa lunga trombetta che da subito ha riempito il cuore dei tifosi e le orecchie di tutti gli altri unitamente ad altre parti anatomiche la cui approssimativa sfericità non a caso richiama proprio l’oggetto primario del calcio!

E allora, cari posteri, a futura memoria, molto immodestamente scrivo su queste pagine la mia proposta a vantaggio del governo in carica ovvero: perché a questo punto, scoperto questo curioso fenomeno, non sostituire direttamente con le vuvuzelas le dichiarazioni i commenti e le affermazioni dei vari Cicchitto, Calderoli, Bondi, Castelli e similari? Anche solo la sostituzione con un suono monocorde delle dichiarazioni dei soli Gasparri e Capezzone varrebbe il varo di un decreto legge!

A parte il piacere ludico di soffiare nella trombetta, comunque l’effetto sarebbe lo stesso poiché chi è filo berlusconiano o filo leghista non ha bisogno di ascoltare parole in quanto è convinto a prescindere, chi è “anti” non ascolta per rispetto alla propria intelligenza onde evitare poi con essa liti inutili!.. Inoltre sgraveremmo questi personaggi dall’onere di inventare continue giustificazioni per la loro presenza in posti di potere che solo in Italia possono avere poiché all’estero, in Parlamento, farebbero poco più che i fermacarte!

Insomma, in attesa che la nuova tangentopoli scopra tutti gli sporchi altarini della politica (salvo poi ricominciare nella terza Repubblica perché gli italiani a certe tradizioni sono molto legati!), ascoltare dei suoni di vuvuzelas al posto di frasi fatte, bugie e volgarità diffuse magari ci fa sentire meno idioti e se poi la cosa si estende all’intero TG1 di Minzolini, chi lo ascolta volentieri vedrà con piacere potenziato l’effetto ansiolitico e sedativo del pensiero! (La nottata sta passando… ma che fatica!).

Questo, cari posteri, per oggi è tutto. Con affetto il vostro antenato Claudio Fois

Nota: il suggerimento è naturalmente applicabile in qualunque ambito: riunioni condominiali, chiacchiere estenuanti del collega d’ufficio, lamentele di madri o fidanzate…

Link consigliati: la canzone della vuvuzela (tormentone estate 2010?)

http://www.youtube.com/watch?v=4oLk2UkAYaE

…e per rinfrancar lo spirito: Nanni Moretti “Le parole sono importanti”

Annunci
commenti
  1. Stefano G. ha detto:

    Se la legge pro-vuvuzelas passasse, avremmo bisogno di gente in Parlamento pronta a soffiare nella trombetta ad ogni parola di Calderoli & co. Insomma avremmo bisogno di vuvuzelatori parlamentari. Sarebbe un altro pretesto per trovare lavoro ad amici e amicidiamici. Stipendiati da noi, ovviamente.

    • Claudio Fois ha detto:

      Ti dico ancora di più: costituirebbe legittimo impedimento… e in effetti soffiare in una vuvuzela è sicuramente più produttivo e reale dell’incarico ancora misterioso del Brancher!..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...