Solo una teoria

Pubblicato: 12 luglio 2010 in "SUPPOSTE DI PRESENTE" di Claudio Fois

Numero quarantadue                                                                                                        Lunedì 12 Luglio 2010

L’autore si assume pienamente la responsabilità di quanto appresso riportato e solleva totalmente da qualunque onere il blog che lo ospita.

SUPPOSTE DI PRESENTE

Rubrica di pensieri e parole, riflessioni ed osservazioni sul mondo circostante

con lo scopo di far conoscere ai posteri com’era la nostra epoca e cosa si sono persi.

SOLO UNA TEORIA

Cari, posteri è successo questo.

E’ successo che il problema non è Silvio ma Paolo! O meglio, Paolo è il problema di Silvio, nel senso che non sono le Toghe rosse, Travaglio, la Costituzione, la Legge, la vecchiaia, bensì suo fratello… Ma procediamo con ordine.

Alcuni giorni fa c’è stato il blackout dell’informazione contro la famigerata “legge bavaglio” per cui non sono usciti né quotidiani né TG (quelli veri, non le parodie di Fede e Minzolini!). Anche Berlusconi ha approvato l’iniziativa, tanto che ha proposto (ed è proprio il testo della legge di cui sopra) di estenderla a “per sempre”!

Al momento più della metà degli italiani è infelice e se un gran numero lo è a tal punto da protestare in piazza (ad esempio i terremotati abruzzesi arrivati fin sotto palazzo Chigi), la giustificazione che son tutti manipolati dai comunisti, obiettivamente non regge più… non fosse altro per il fatto che ai fantasmi credo che sia interdetto interagire col mondo dei vivi! Lo scontento generale è così diffuso che i sondaggisti di Berlusconi non fanno neanche più finta di telefonare: scrivono direttamente percentuali a cazzo e le portano al padrone!

La mia è solo una teoria non supportata da alcuna prova scientifica, ma secondo me, cari posteri, tutto comincia con la nascita di Paolo Berlusconi nel 1949.

Quando il fratellino è venuto al mondo, Silvio, che è del ‘36, aveva 13 anni (età delicatissima in cui non si è più bambini ma non si è ancora ragazzi) e come purtroppo quasi sempre accade, la famiglia avrà messo il pargolo al totale centro dell’attenzione causando inevitabilmente un trauma affettivo al piccolo, futuro paroliere di Apicella.

Di botto basta baci, basta carezze, basta indulgenze… e per di più con una paghetta troppo bassa per potere pagare una escort-mamma che gli rimboccasse le coperte!

Non ho competenze in campo psicanalitico ma credo proprio che a quel punto la vita per il povero Silvio sia diventata una continua sfida alla ricerca d’amore con una compulsiva fame di affetto e di attenzioni le cui manifestazioni sintomatiche sono, tra le altre: chiamare Obama a gran voce, fare “cucù” alla Merkel,  pretendere ed illudersi di essere amato da tutti, dire di essere il miglior presidente degli ultimi 150 anni fino ad arrivare alla delirante affermazione: “nessuno, nella storia di tutto il mondo è stato perseguitato più di me”.

Moltissima gente in Italia non vuole bene a Silvio Berlusconi e questo è il vero problema esistenziale dell’attuale Premier italiano. Non credo che lui se ne renda conto ed è un peccato perché un giorno, casomai dovesse farsi processare, potrebbe sempre invocare le attenuanti generiche o la seminfermità evitando di continuare a far danno alla Libertà, alla Democrazia e alla credibilità del Paese risparmiando un po’ di grattacapi a tutti.

Questo, cari posteri, per oggi è tutto. Con affetto il vostro antenato Claudio Fois

Link consigliati: Berlusconi “il più perseguitato del mondo di tutti i tempi”.

Scena da “Gli ammutinati del Caine”

http://www.youtube.com/watch?v=1NV3ros0DrE&feature=related

Annunci
commenti
  1. Francesca ha detto:

    questa analisi del profondo è un’opera d’arte 🙂

    • Claudio Fois ha detto:

      Addirttura! Be’… mi becco il complimento e ringrazio, comunque non è solo ironia, sono davvero convinto che in fondo ci sia una spiegazione di questo tipo anche se ovviamente non giustifica e non scusa nulla. Ciao!
      Claudio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...