ILLEGALITA’

Pubblicato: 14 luglio 2010 in "SUPPOSTE DI PRESENTE" di Claudio Fois

Numero C                                                                                                                              Mercoledì 14 Luglio 2010

QUESTO ARTICOLO E’ LA TRASCRIZIONE DELL’AMACA DI MICHELE SERRA DA “REPUBBLICA” DEL 13 LUGLIO 2010. CONSCIO DI AGIRE SCORRETTAMENTE MA ANCHE CERTO DI NON FARE UN USO IMPROPRIO DEL MATERIALE (TANTOMENO DI LUCRARCI) PROCEDO ALLA PUBBLICAZIONE DISPOSTO A RIMUOVERE IMMEDIATAMENTE L’ARTICOLO QUALORA MI VENISSE RICHIESTO DAGLI INTERESSATI.

OSPITE DI SUPPOSTE DI PRESENTE

Rubrica di pensieri e parole, riflessioni ed osservazioni sul mondo circostante

con lo scopo di far conoscere ai posteri com’era la nostra epoca e cosa si sono persi.

ILLEGALITA’

Di Michele Serra

Michele Serra è il terzo ospite della rubrica. E’ uno dei miei autori preferiti e posso dire che compro Repubblica quasi soprattutto per leggere la sua “Amaca” quotidiana.

In quel suo piccolo spazio Serra riesce spessissimo (come nell’articoletto che segue) a fotografare frammenti di realtà con estrema semplicità eppure in maniera così precisa che è doveroso trasmettere ai posteri sia l’immagine in questione che Serra stesso.

“Piccolo elenco delle illegalità riscontrabili in circa tre minuti di orologio nei pochi metri quadrati ci una stazione di servizio dell’hinterland milanese. Il benzinaio mi propone “due o tre timbri” sulla scheda carburante, anche se ho fatto solo un pieno. (Rimane sconcertato dal mio rifiuto).

Quasi tutti gli automobilisti in coda al semaforo frontestante telefonano alla guida con il cellulare incollato all’orecchio.

Un giovine tatuato appena arrivato su una Harley Davidson che fa il rumore di peschereccio fuma mentre fa benzina.

Tra le sterpaglie intorno, rifiuti di ogni genere, tranne che nei pochi metri intorno alla postazione di una puttana africana che deve aver ripulito, almeno lei, la sua location.

Sul cavalcavia accanto, penzolano diversi cenci con la scritta “Giusy ti amo by Lory” e successive repliche.

Tutto appare precario, sciatto e indisciplinato, per diretta e attiva volontà degli umani stanziali o in transito: come se una gigantesca class-action di massa convergesse contro ogni possibilità di ordine e di pubblica sollecitudine. Ma tutto appare, anche, ordinario e fluido, consolidata prassi e quasi lieta quotidianità.

Risalgo in macchina con il fondato sospetto di essere il solo a sentirmi fuori luogo.“

Questo, cari posteri, per oggi è tutto. Con affetto il vostro antenato Claudio Fois

Link consigliato: (Una delle più grandi comiche italiane: Franca Valeri)

http://www.youtube.com/watch?v=IrDqX2MWdYY&feature=related

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...