Non è vero niente

Pubblicato: 24 ottobre 2010 in "SUPPOSTE DI PRESENTE" di Claudio Fois

Numero cinquantotto                                                                                              Lunedì 25 Ottobre 2010

L’autore si assume pienamente la responsabilità di quanto appresso riportato e solleva totalmente da qualunque onere il blog che lo ospita.

SUPPOSTE DI PRESENTE

Rubrica di pensieri e parole, riflessioni ed osservazioni sul mondo circostante

con lo scopo di far conoscere ai posteri com’era la nostra epoca e cosa si sono persi.

NON E’ VERO NIENTE

Cari posteri vengo a Voi con questa mia addirvi…

…di un genio del nostro tempo di cui pochi (anzi forse solo il sottoscritto) hanno scoperto l’esistenza. Egli, celato nelle segrete stanze del settimo piano di un palazzo di viale Mazzini in Roma, è Mauro Masi, attuale Direttore Generale della RAI la cui figura è stata ufficialmente riconosciuta dall’ONU come fondamentale per le trattative in caso di arrivo di alieni ostili. Egli non solo è un genio di per sé ma lo è vieppiù per il fatto che ha oltretutto la scaltrezza di dissimulare abilmente questa sua peculiarità mostrandosi come il suo esatto opposto, ovvero un fantoccio al servizio del Regime in carica e facendo credere che faccia il gioco dell’azienda concorrente, Mediaset.

Ebbene, cari posteri, per comprendere appieno la portata del fenomeno Masi, è importante che sappiate innanzitutto che ci troviamo in una fase della nostra evoluzione che potrebbe essere chiamata dell’Homo Acquirens in cui la Società è divisa tra gente che compra e gente che vuole vendere per forza qualcosa alla prima. E inoltre che la proposta di vendita viene fatta come se essa fosse un vantaggio per chi acquista o comunque viene sempre mascherata in qualche modo.

Infine vi è necessario sapere che in un brevissimo arco di tempo alcune trasmissioni (“Parla con me”, “Annozero”, “Vieni via con me”) “scomode” per il suddetto Regime, pareva che non sarebbero andate in onda proprio ad opera dell’intervento del Masi, censore e servo del Potere. Se ne è parlato per settimane, con i conduttori e protagonisti dei programmi in oggetto divenuti martiri per i simpatizzanti e ancora più odiati da chi li avversava.

Ebbene, cari posteri, non è vero niente. Unendo tutti gli elementi poc’anzi elencati si può dedurre che quanto è accaduto e accade nei palinsesti RAI è tutta un’ingannevole impalcatura ideata e realizzata dal Direttore Generale RAI all’insaputa di tutti: pubblico, conduttori, stampa, Tv e Politica, per un totale di milioni di persone ovvero una grossa fetta della popolazione italiana. Nessuna censura, nessun attentato alla Democrazia o alla Libertà: finora tutti i programmi che pareva non si dovessero fare sono andati regolarmente in onda (“Vieni via con me” è previsto per l’8 novembre, vi saprò dire) per cui tutto il cancan che li ha preceduti era tutta una manovra pubblicitaria. Si chiama guerrilla marketing ed è un nuovo modo di recente invenzione di far parlare di sé un prodotto. Le polemiche fanno rumore e fanno vendere infatti i suddetti programmi hanno fatto ascolti record e questo, nella Società dell’Homo Acquirens è la sola cosa che conta.

Ecco: ora sapete la verità perché era giusto che questo portento della nostra èra venisse degnamente tramandato, ma sarebbe giusto che la sapesse anche il signor Berlusconi poiché se egli crede di avere nel dottor Masi un alleato sbaglia di grosso perché un genio non si allea con nessuno, un genio il più delle volte può stare solo con sé stesso. Come un folle.

Questo, cari posteri, per oggi è tutto. Con affetto

il vostro antenato Claudio Fois

Link consigliato: Giorgio Gaber in “La strana famiglia”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...