Se non ora, quando?

Pubblicato: 13 febbraio 2011 in "SUPPOSTE DI PRESENTE" di Claudio Fois
Tag:, , ,

Numero settantacinque                                                                                 Lunedì 14 febbraio 2011

L’autore si assume pienamente la responsabilità di quanto appresso riportato e solleva totalmente da qualunque onere il blog che lo ospita.

SUPPOSTE DI PRESENTE

Rubrica di pensieri e parole, riflessioni ed osservazioni sul mondo circostante

con lo scopo di far conoscere ai posteri com’era la nostra epoca e cosa si sono persi.

SE NON ORA, QUANDO?

Cari posteri vengo a Voi con questa mia addirvi…

… che alla fine, in Egitto, benché il dittatore Mubarak avesse fermamente dichiarato che sarebbe rimasto al suo posto, la popolazione in rivolta l’ha costretto a dimettersi. Chissà se il popolo egiziano fa servizio anche presso altrui nazioni!..

Sarà l’aria del Mediterraneo ma anche in Italia il malcontento serpeggia e nell’appena trascorso week-end si sono svolte ben due manifestazioni contro Berlusconi, di cui una del Popolo Viola, con pentole e coperchi per “fare rumore”, ed un’altra come crociata in nome della calpestata dignità femminile da parte del Premier dal titolo: “Se non ora quando?”. In effetti non c’era occasione migliore poiché non avendo più pentole a casa per via dell’iniziativa del Popolo Viola le donne non potevano stare al loro posto a cucinare!

Questa battutaccia maschilista, cari posteri, è un po’ provocatoriamente il contraltare dello spirito della manifestazione, poiché quando si parla di “generi” (maschile -femminile) si rischia sempre di andare un po’ fuori strada.

La domanda è: perché le donne dovrebbero manifestare contro Berlusconi in quanto donne? Non è meglio sottolineare quanto quest’uomo sia bugiardo a tal punto da giurare sulla testa dei suoi figli di non aver mai pagato una donna per fare sesso?

E non è forse meglio manifestare “unisex” contro quest’uomo che come difesa per l’accusa di concussione pone l’argomento di aver creduto che una fosse la nipote di Mubarak solo perché gliel’ha detto lei stessa? Diciamo che basterebbe questo per non affidare all’attempato brianzolo non solo il nostro Paese ma neanche la nostra auto! Se tanto mi da’ tanto, sarebbe capace di mollarla alla Banda Bassotti, completi di mascherina e grimaldelli alla cintola, solo perché gli dicono che devono andare a fare una cura di sabbiature a Cortina!

Insomma, io solo perché ho un pene non mi sento affine a maschi come Calderoli, Borghezio, Sallusti, Belpietro e gentaglia di questa risma, tanto più che a ben vedere io ce l’ho nel basso ventre loro alla sommità del collo! Perciò, al contrario, nel momento in cui un Presidente del Consiglio è un puttaniere come una gran massa di uomini (tra cui sposati, padri, preti, ecc…) la protesta contro la sua considerazione delle donne è quantomeno impropria.

Tutto è sacrosanto per cacciare via quest’uomo che tanto danno ha fatto alla nazione, certo, e ben venga ogni mezzo per far sentire al povero infelice che è disprezzato da tanti, ma nelle cose ci vuole coerenza e precisione. Per cui “Se non ora, quando?”: in qualunque altro momento si può fare un Female Pride ma contro Berlusconi ci sono argomenti più forti e più puntuali che vanno portati avanti da cittadini, da “popolo” non da “uomini” o “donne” altrimenti, al contrario di come è successo per Mubarak, si rischia davvero che lui resti là e noi si dia tutti le dimissioni!

Questo, cari posteri, per oggi è tutto. Con affetto

il vostro antenato Claudio Fois

Link consigliato: (consentitemi l’ironia) Tognazzi e Vianello. Brano da “La donna che lavora”: la mondina e la mondana.

 

Annunci
commenti
  1. Valentino ha detto:

    Ammazza!!! Te sei sfogato!!! traduzione: “ti sei sfogato”.

    Bravo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...