Numero 11                                                                                                           Venerdì 27 Maggio 2011

MAKKE Bon Bon

Rubrica di cucina dedicata alla creazione e realizzazione di dolci, biscotti, crostate, torte, mousse, ma soprattutto alla preparazione di tutto quello che la vostra fantasia riesca ad immaginare…

Bon Bon appètit

Ancora oggi

(Alessandra Buonasorte)

Questa è la storia di Annamaria.

Annamaria ha circa 40 anni, cerca lavoro come donna delle pulizie e babysitter. Un dottore molto conosciuto in città ha appena avuto un bambino, e ha bisogno di un aiuto per sua moglie. Tramite una conoscenza comune, i due entrano in contatto, e Annamaria va a conoscere la famiglia. Il piccolo le piace molto, la famiglia vive in una bella casa in centro città, lo stipendio è buono. Annamaria vorrebbe accettare subito, ma ha preso un altro appuntamento per il pomeriggio presso un’altra famiglia, e quindi dice che chiamerà per dare la risposta definitiva.

Alle 16.00 dello stesso giorno suona il campanello dell’abitazione della signora Alba-Rosa, che da poco ha avuto una bambina, e che vorrebbe rientrare al lavoro lasciando la piccolina in mani fidate. Il portone si apre, Annamaria comincia a fare le scale per arrivare al terzo piano. Arrivata quasi in cima alza lo sguardo e vede una bambina bionda bionda in braccio a suo nonno. Istantaneamente, si dimentica di tutto: dell’incontro con l’altra famiglia e dello stipendio promessole.

Entra in quella nuova casa e dice sì.

Un si lungo 12 anni.

Ancora oggi Annamaria racconta di come quel giorno si innamorò di quella bambina.

Ancora oggi Annamaria racconta di quella volta in cui la piccolina, stanca di prendere il biberon, infilò le sue piccole dita nei rigatoni al sugo e cominciò a mangiare felice e contenta.

Ancora oggi racconta di quando alle recite scolastiche la bambina diceva a tutti che lei era la sua tata, ma anche la sua nonna.

E che paura e che risate quella volta che, di ritorno a casa in motorino, una cornacchia la inseguì volandole sopra la testa!

Ancora oggi Annamaria racconta di quando, appena pulita casa, non voleva che si “incignasse” il lavandino, per farlo trovare pulito ad Alba-Rosa al suo ritorno.

Ancora oggi la bambina si ricorda di quando a casa della sua tata mangiava i biscotti al cioccolato, o gli ovetti di cioccolato con la sorpresa dentro, o i cioccolatini scelti dalla scatola che ne conteneva infinite varietà, o il gelato che nel frigo non mancava mai.

E poi Athos, Walter, Daniela, Elisabetta e Vicky.

Annamaria non c’è più, ma io ancora oggi la sento raccontare.

Tata, questa sacher è per te.

Sperimentate, assaggiate, gustate e condividete!

          A.B.

Ricetta Sacher

****** INGREDIENTI ******

Sacher:

1 vasetto marmellata di albicocche

5 uova intere

150g zucchero

100g farina

40g cacao amaro in polvere

10g lievito

50g mandorle

25g burro

Ganache:

150g cioccolato fondente

100g panna

****** PREPARAZIONE ******

Sacher:

Mescolare le uova intere con lo zucchero. A parte mescolare la farina, il lievito, il cacao e le mandorle tritate. Unire i due impasti e aggiungere il burro fuso (freddo). Cuocere a 180° per 30 minuti.

Ganache:

Mettere la panna liquida sul fuoco portandola quasi ad ebollizione. Aggiungere il cioccolato a fuoco spento e mescolare.

Sfornare il dolce, farlo raffreddare, dividerlo in due e farcirlo con la marmellata, sia all’interno che all’esterno. Ricoprire con la ganache e conservare in frigorifero.

****** DECORAZIONE ******

Volete essere classici? Scrivete Sacher e fate qualche ghirigoro .

Volete essere moderni? Usate il cioccolato bianco per decorare la glassa scura e lucente.

****** ABBINAMENTO VINO ******

Per la “sacher torte” consiglio un Aleatico di Gradoli, che si abbina perfettamente al gusto del cioccolato.

Bon Bon appètit

Annunci
commenti
  1. Dani ha detto:

    Quanta emozione tesoro..secondo me è quello l’ingrediente che rende speciali i tuoi dolci!

  2. scicche ha detto:

    ….mi hai fatto commuovere….

  3. massimo ha detto:

    fantastico!!!

  4. francesca ha detto:

    Bella! Mi ha commosso! Brava Alina!

  5. TERRY ha detto:

    Aleeee, ma così mi fai piangere!!!! BUONA LA TORTA GNAM GNAM

  6. micaela ha detto:

    invece di dirti che ho pianto (cosa che comunque ho fatto), ti dico che domani, 2 giugno, festeggio la repubblica con un dolce austriaco! Viva la libera repubblica della sacher!

  7. Cesca ha detto:

    Proprio una bella storia!!! La ricetta, come sai l’ho provata…. Buonissimaaaaa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...