Numero ottantuno                                                                                           Lunedì 9 maggio 2011

L’autore si assume pienamente la responsabilità di quanto appresso riportato e solleva totalmente da qualunque onere il blog che lo ospita.

SUPPOSTE DI PRESENTE

Rubrica di pensieri e parole, riflessioni ed osservazioni sul mondo circostante

con lo scopo di far conoscere ai posteri com’era la nostra epoca e cosa si sono persi.

BIN BUM OBAM! 

Cari posteri ‘o fatto è chist’, statemi a sentire…

… anzi, “i fatti” perché ne sono successi tanti e sono successi eventi possibili solo prima dell’estate perché poi quando l’opinione pubblica è in vacanza fare certe cose ha poco senso.

Anzitutto il matrimonio di William e Kate (che probabilmente per voi del futuro avrà lo stesso valore della parola d’onore di Scilipoti) poi c’è stata la beatificazione di Giovanni Paolo II avvenuta eccezionalmente a soli sei anni dalla sua morte, il che dimostra che avere delle conoscenze in Vaticano aiuta sempre. Lo stesso giorno ma qualche ora dopo c’è stato il concertone del Primo maggio a piazza San Giovanni dove si è parlato del lavoro ed anche qui, come per Karol Wojtyla, la gente lo ricordava come se fosse vivo.

Ma l’evento che rimarrà nella storia è stato quello del 2 maggio che ha visto l’uccisione del principe del Terrore, l’uomo responsabile della morte di migliaia di uomini che dall’11 settembre 2001 ha causato morte e distruzione. Non Bush, cari posteri, l’altro: Osama Bin Laden.

Dopo l’annuncio, Barack Obama ha deciso di non mostrare le foto del cadavere dello sceicco, dando adito ad una serie di illazioni sul fatto che fosse vivo. Michael Jackson, intervistato, ha giurato che Bin Laden fosse morto ma credo che la verità non la sapremo mai. Ecco comunque alcuni aggiornamenti.

La Casa Bianca è incerta se mostrare o no le foto del cadavere perché sarebbero atroci. Sono mosse e sfocate: non stava fermo un attimo.

Dopo le prime voci che dicevano che Bin Laden fosse stato ucciso dai soldati americani, poi invece da una sua guardia del corpo ma pare che la verità sia un’altra ancora. I sospetti cadono su Michele Misseri.

Altri particolari rivelano che Bin Laden non era armato. E comunque è morto cadendo dalle scale.

La salma di Bin Laden è stata sepolta in mare. Gettata dal Ponte sullo Stretto. 

Nell’operazione il nome in codice di Bin Laden era “Geronimo”. Un portafortuna, visto che agli americani sterminare gli indiani era riuscito così bene.

Questo, cari posteri, per oggi è tutto. Con affetto il vostro antenato Claudio Fois

Link consigliato: Lapus Obama-Osama italiani ed esteri.

 

http://www.youtube.com/watch?v=n-IdM0Ppwqs

http://www.youtube.com/watch?v=Ly9s7-K3Zlg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...