Ricetta de “Lingue di Pasta Sfoglia e Crema Pasticcera al cioccolato”

Pubblicato: 24 giugno 2011 in MAKKE Bon Bon, MAKKE Kuisine
Tag:, , , , , ,

Numero 13                                                                                                         Venerdì 24 Giugno2011

MAKKE Bon Bon

Rubrica di cucina dedicata alla creazione e realizzazione di dolci, biscotti, crostate, torte, mousse, ma soprattutto alla preparazione di tutto quello che la vostra fantasia riesca ad immaginare…

Bon Bon appètit

Le 1000 e 1 luce

(Alessandra Buonasorte)

1.

2.

3.

4.

5.

6.

7.

8.

9.

10.

100.

1000.

Di più.

Molte di più.

Sono migliaia le piccole candele accese.

Sui tetti dei palazzi, sui balconi, sui davanzali delle finestre, sulle spallette del fiume.

I lampioni sono spenti, le strade sono chiuse al traffico, le piccole fiammelle si riflettono sulle acque del fiume illuminandolo. Lumini ovunque, una luminaria. Esatto, una luminaria. Ma non una qualsiasi. “La Luminaria”. Ogni anno il 16 Giugno, in occasione del Santo Patrono San Ranieri, Pisa s’illumina. E cambia volto. Il centro della città, attraversato dal fiume Arno, viene chiuso al traffico, e si riempie di persone, ragazzi, bambini, famiglie, giovani, anziani. Si esce di casa a piedi o in bicicletta, quando il sole non è ancora tramontato, e si va in centro, per passare tutta la serata passeggiando. Si passa dalla strada principale dove ci sono le bancarelle che vendono i famosi brigidini (sfoglie all’anice) e le collanine e i braccialetti luminosi multicolore, alle piazzette laterali sotto i porticati gremite di persone, con le osterie all’aperto, i concerti improvvisati di musica di ogni genere. Pisa è una città piccola, ci si conosce tutti, ad ogni passo un saluto, un incontro, un cambio di comitiva, un appuntamento, un ci vediamo lì tra un’ora così poi ci spostiamo là, vieni dai ci sono tutti, hai visto chi c’è stasera, e via dicendo. Ancora me la ricordo la mia prima luminaria da “adulta”, coincise con la prima uscita di sera senza mamma e papà, con i compagni di classe. Una sensazione irripetibile, difficile da spiegare. Girare fra le piccole stradine del centro padrona del mio tempo, con qualche soldo in tasca per il gelato, l’ora di coprifuoco che, nonostante fosse vicina, mi lasciava sufficiente tempo per poter prendere delle piccole decisioni, dove andare, cosa fare. Ricordo l’ebbrezza del senso di libertà puro e semplice, la sovra-eccitazione della complicità con quella che sarebbe poi diventata la migliore amica della mia vita. Forse per questo ci sono così legata. Dopo tanti anni ancora ne sento la magia. E la voglia di raccontarla deriva forse dal non averla potuta vivere direttamente quest’anno, ero in Francia per lavoro proprio in quei giorni. Il momento più bello della serata è a mezzanotte, quando la Torre della Cittadella viene completamente illuminata da una cascata di luci che scendono verso il fiume e nel cielo vengono sparati i fuochi d’artificio.

E finisce tutto così, con il naso all’insù.

E si va tutti a dormire con il sorriso, ed è un riposo vero, il giorno dopo non si lavora. Il Giugno Pisano, poi, non finisce qui, anzi, è appena cominciato, ci saranno le tradizionali regate e il famoso Gioco del Ponte nei giorni a venire………ma questa è un’altra storia.

Che ne dite di mettere in agenda per il 16 Giugno 2012 una bella gita a Pisa?

Per questa occasione mi sono immaginata un dolce che rappresentasse le strade del Lungarno e il fiume che scorre tranquillo al loro interno, ed ho pensato a due lingue di pasta sfoglia che racchiudono al loro interno una morbida crema al cioccolato………..

Sperimentate, assaggiate, gustate e condividete!

 A.B.

Ricetta de “Lingue di Pasta Sfoglia e Crema Pasticcera al cioccolato” 

****** INGREDIENTI ******

Ingredienti per 1 kg di pasta sfoglia:

Farina 110g + 265g

Burro 375g

Sale un pizzico

Acqua 165g

 

 

Crema pasticcera:

130g farina

300g zucchero

1 litro latte

4 tuorli

****** PREPARAZIONE ******

La preparazione della pasta sfoglia è semplice, ma un po’ lunga, perché durante le varie fasi di lavorazione l’impasto deve riposare in frigorifero a più riprese.

1)    Impastare 110g di farina con il burro, conferire una forma rettangolare e riporre in frigorifero per 1 ora

2)    Impastare i restanti 265g di farina con il sale e l’acqua, conferire una forma rettangolare e riporre in frigorifero per 1 ora

3)    Riprendere entrambi gli impasti, stendere con il mattarello l’impasto numero 1, inserirvi al suo interno il secondo  chiudendo i due lati corti (la chiusura si chiama “girata”e stendere nuovamente con il mattarello. A questo punto chiudere nuovamente il tutto a 3, stendere con il mattarello, piegare a 4 e rimettere in frigo per un’altra ora.

4)    Ripetere l’operazione delle girate a 3 e poi a 4, rimettere in frigorifero per un’altra ora.

A questo punto la pasta sfoglia è pronta per qualsiasi utilizzo, sia dolce che salato.

Per la preparazione della crema pasticcera vedere l’articolo numero 5.

Per ottenere la crema pasticcera al cioccolato aggiungere all’impasto circa 120g di cioccolato fondente.

Io ho dato alla pasta sfoglia una forma rettangolare sottile, che una volta cotta ho aperto e farcito.

****** DECORAZIONE ******

Zucchero a velo, Zucchero a velo, Zucchero a velo, Zucchero a velo, Zucchero a velo, Zucchero a velo, Zucchero a velo, Zucchero a velo, Zucchero a velo, Zucchero a velo, Zucchero a velo, Zucchero a velo.

Sono stata chiara? J

****** ABBINAMENTO VINO ******

Per questa ricetta suggerisco un Moscato d’Asti.

Bon Bon appètit

 

Annunci
commenti
  1. Raffy ha detto:

    che spettacoloooooooooo!!! stragolosa…

  2. ginny ha detto:

    Brava Ale!!!!!! Ginny

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...