Ricetta della Torta Prigioniera

Pubblicato: 28 ottobre 2011 in 1, MAKKE Bon Bon, MAKKE Kuisine
Tag:, , , ,

Numero 18                                                                                                          Venerdì 28 Ottobre 2011

MAKKE Bon Bon 

Rubrica di cucina dedicata alla creazione e realizzazione di dolci, biscotti, crostate, torte, mousse, ma soprattutto alla preparazione di tutto quello che la vostra fantasia riesca ad immaginare…

Bon Bon appètit

♫“Basta un poco di zucchero, e la pillola va giù, la pillola va giù, tutto brillerà di più” ♫

(Alessandra Buonasorte)

Nella memoria del telefonino ho salvato varie foto che conservo gelosamente: l’altare della patria illuminato per natale, il dolce fatto a libro del mio pasticcere, Marco e Francesca con il volto dipinto da una finta ferita da arma da taglio. Ho anche la suoneria della colonna sonora del film “ il tempo delle mele”, che io e mia sorella abbiamo impostato per le chiamate in entrata di mamma. E poi un messaggio importante, anzi due. Soprattutto, ho i numeri di telefono di persone conosciute da poco, con cui ho lavorato negli ultimi due mesi, e poi del dentista e della dottoressa, e anche della mia amica Giulia, che non usa internet e quindi non è altrimenti rintracciabile. Tutto questo l’ho salvato nel mio telefonino, al sicuro. Nel telefonino, non nella sim. Pensa se mi cade il telefono per terra e si apre in due e non si riaccende più.

Annunciazione, annunciazione: sono tornata adolescente. E’ una bella sensazione. Mi hanno messo l’apparecchio fisso ai denti, devo portarlo tre mesi. Ogni due settimane ho il controllo. Sono stata proprio due giorni fa. Tutto bene per fortuna, il lavoro procede e siamo nei tempi. Ieri sera, mentre ero in macchina e mi godevo la mia Polo (la caramella non la macchina), un piccolo attacchino del mio bellissimo apparecchio si è staccato. Pensa se io vivessi a Roma e la mia dentista fosse a Pisa.

Sono due anni che non mi compro un profumo. Per molto tempo ho usato il profumo di Givenchy, a cui peraltro sono ancora molto legata, ma non mi ci riconosco più. Così ho provato, nel tempo, vari campioncini di profumo per trovare il mio, la mia nuova essenza. Cerca cerca, aspetta aspetta, l’ho trovato. Calvin Klein, tanto buono quanto caro. Infatti da quando ho capito che era il mio profumo, ho vissuto con qualche campioncino recuperato nelle profumerie. Poi alla fine mi sono decisa e l’ho comprato. La boccetta grande, perché se uno fa trenta tanto vale fare trentuno. E quanto mi piace. Non esco mai di casa senza. Pensa se alle cinque e mezzo del mattino per distrazione e sonno la boccetta cade per terra e si rompe.

A lavoro mi diverto molto, imparo, ascolto consigli e insegnamenti, scrivo, fotografo, metto le mani in pasta. Il mio capo è simpatico, accomodante, mi segue passo passo, non mi stressa ma mi mette in riga. Imparo il mestiere e pratico l’umiltà, che non ho ricevuto in dotazione alla nascita. Sono proprio contenta. Pensa se un giorno bruciassi due chili di cioccolato fondente nel microonde.

Pensa se questi quattro giorni fossero uno solo. Uno solo, ma intenso. 

Siamo tutti un po’ prigionieri di piccole sfortune quotidiane.

A volte particolarmente.

Ci vorrebbe proprio qualcosa di dolce.

Chissà se da qualche parte posso trovare una sacher, o un millefoglie, o un bignè al cioccolato.

Dovrebbero inventare un posto dove poter andare, scegliere, e portare a casa.

Questo posto si potrebbe chiamare Pasticceria.

Che dite, suona bene?

Sperimentate, assaggiate, gustate e condividete!

  Alessandra Buonetorte

  

Ricetta della Torta Prigioniera 

****** INGREDIENTI ******

Ingredienti per 1 kg di pasta sfoglia:

Farina 110g + 265g

Burro 375g

Sale un pizzico

Acqua 165g

Crema pasticcera:

130g farina

300g zucchero

1 litro latte

4 tuorli

****** PREPARAZIONE ******

La preparazione della pasta sfoglia è semplice, ma un po’ lunga, perché durante le varie fasi di lavorazione l’impasto deve riposare in frigorifero a più riprese.

1)    Impastare 110g di farina con il burro, conferire una forma rettangolare e riporre in frigorifero per 1 ora

2)    Impastare i restanti 265g di farina con il sale e l’acqua, conferire una forma rettangolare e riporre in frigorifero per 1 ora

3)    Riprendere entrambi gli impasti, stendere con il matterello l’impasto numero 1, inserirvi al suo interno il secondo  chiudendo i due lati corti (la chiusura si chiama “girata”e stendere nuovamente con il matterello. A questo punto chiudere nuovamente il tutto a 3, stendere con il matterello, piegare a 4 e rimettere in frigo per un’altra ora.

4)    Ripetere l’operazione delle girate a 3 e poi a 4, rimettere in frigorifero per un’altra ora.

A questo punto la pasta sfoglia è pronta per qualsiasi utilizzo, sia dolce che salato.

Stendere la pasta sfoglia, darle una forma rotonda e a parte ritagliare delle striscioline, non troppo sottili.

Per la preparazione della crema pasticcera vedere l’articolo numero 5.

Per ottenere la crema pasticcera al cioccolato aggiungere all’impasto circa 120g di cioccolato fondente.

****** DECORAZIONE ******

Dato che la superficie del dolce è solo parzialmente ricoperta dalle striscioline di pasta sfoglia, io ho cosparso il tutto con dei piccoli cuoricini di zucchero. In alternativa, si può spolverizzare il dolce con dello zucchero a velo.

****** ABBINAMENTO VINO ******

Per questa ricetta suggerisco un Moscato d’Asti.

Bon Bon appètit

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...