Numero centosette                                                                                           Lunedì 7 novembre 2011

L’autore si assume pienamente la responsabilità di quanto appresso riportato e solleva totalmente da qualunque onere il blog che lo ospita.

SUPPOSTE DI PRESENTE

Rubrica di pensieri e parole, riflessioni ed osservazioni sul mondo circostante

con lo scopo di far conoscere ai posteri com’era la nostra epoca e cosa si sono persi 

ETERE O NON ETERE

E dunque, cari posteri…

Pensavamo che il luogo comune “piove, governo ladro” fosse solo una metafora, invece forse è giunto il momento di ricrederci giacché è impossibile che la connessione tra quanto perpetrato da questa maggioranza parlamentare e ciò che sta accadendo al Paese a livello di condizioni meteo sia solo una coincidenza. Ad onor del vero c’è da dire che con personaggi come Sacconi, Stracquadanio, Brunetta, Verdini ed altri figuri della stessa risma ci è andata pure bene che quella che vien giù ad allagare le nostre città sia solo acqua!

Tre giorni or sono la pioggia torrenziale che ha “messo in ginocchio” Genova (espressione, questa, usata in numero pari alle gocce che hanno formato l’alluvione) ha gettato nello sgomento oltre ai liguri anche tutti gli altri connazionali che grazie all’infausto evento hanno scoperto che in Italia qualcuno ha costruito dove non poteva. Per tacere poi della sorpresa dipinta sui volti di chi ha cementificato per anni senza ritegno, sconcertati che nonostante fossero in regola con la vagonata di condoni concessi negli anni, la piena abbia sommerso pure i loro redditizi manufatti.

Ma una riflessione a latere di tutta la faccenda, cari posteri, è relativa ad una conseguenza sulla quale mi interrogo senza peraltro trovare una risposta univoca. Il giorno della catastrofe, il comico genovese Maurizio Crozza ha deciso di non trasmettere la puntata in diretta del suo show televisivo, in segno di vicinanza ai suoi concittadini. La decisione di non andare in scena da parte di un comico è perfettamente condivisibile perché è lui, come si dice in gergo, che “ci mette la faccia” ed è a lui che spetta la scelta di fare o meno il suo spettacolo. Nel contempo il programma Colorado (registrato) ha invece avuto regolarmente corso. Trasmettere o non trasmettere? Questo è il problema. A Genova sono morte sette persone ma non esiste una hit parade dei caduti per cui prima che un omicidio plurimo si possa chiamare “strage” deve dare la tesi però, magari, se conosce qualcuno in un quotidiano può diventare direttamente “ecatombe”. Qui l’entità del danno l’ha data il fatto che moltissime persone hanno perso tutto, e questo è successo anche qualche giorno prima anche in una vasta zona delle Cinque Terre, ma ha fatto meno effetto.

Secondo me non esiste una regola fissa ed immutabile perché e quando la comicità si debba fermare. Teoricamente sempre perché ogni giorno c’è un’occasione vicina o lontana, grande o piccola, che rende poco opportuno il “divertirsi”. D’altro canto, mentre succedono le cose brutte, la vita va avanti, Berlusconi continua ad essere la malattia e gli italiani spesso la cura sbagliata, e certi prodotti sono il frutto del lavoro di molti, come appunto trasmissioni comiche che forse devono andare avanti. Insomma, cari posteri, come dicevo, non c’è una risposta giusta, o forse non c’è affatto. Sarebbe bello comunque che, Natura a parte, tutti facessero con coscienza il proprio lavoro perché poi i comici non debbano essere costretti a fermare il loro.

Questo, cari posteri, per oggi è tutto. Con affetto il vostro antenato Claudio Fois

Link consigliato: Paolo Rossi “La preghiera del comico”.

http://www.youtube.com/watch?v=ugWx3UukLCs

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...