Numero centoundici                                                                                        Lunedì 5 dicembre 2011

L’autore si assume pienamente la responsabilità di quanto appresso riportato e solleva totalmente da qualunque onere il blog che lo ospita.

SUPPOSTE DI PRESENTE

Rubrica di pensieri e parole, riflessioni ed osservazioni sul mondo circostante

con lo scopo di far conoscere ai posteri com’era la nostra epoca e cosa si sono persi. 

AVANTI IMPOPOLO

E dunque cari posteri…

Il presidente del consiglio Mario Monti sta perdendo gran parte del suo odore di santità e gli italiani, che sono un popolo notoriamente devoto sempre in cerca di nuovi santi in Paradiso o comunque che si rivolgono spesso alle alte sfere celesti soprattutto quando girano vorticosamente quelle basse terrene, sono rimasti spiazzati.

Va detto che chiunque fosse venuto al posto del predecessore, compreso Lord Voldemort nell’atto di prendere a schiaffi l’orso Yoghi, sarebbe stato accolto con giubilo tanto il vecchio primo ministro ha avuto la capacità di suscitare odio e disprezzo come non si vedeva dai tempi di Gei Ar di Dallas. Però qui la cosa sembrava proprio diversa e a Napoli già le tradizionali botteghe dove si creano pupazzetti del presepe, ogni anno con i personaggi del momento da aggiungere alla collezione, avevano già dato le sembianze del neo premier alle statuette di San Giuseppe, il Bambinello, la Madonna così che da solo potesse rappresentare la Sacra Famiglia ed era ancora poco. Se non che il capo del governo tecnico ha perso di colpo tutta la sua popolarità perché invece di dire agli italiani ciò che si aspettavano, ovvero: “Adesso risanerò il bilancio dello Stato ma voi dovete andare tutti insieme in una beauty farm, chiudere gli occhi e non riaprirli fin quando non è finito il ciclo di massaggi con oli profumati a cui, per scusarci del disagio arrecatovi, seguirà una dieta di cannoli siciliani e quando uscirete tutto sarà a posto”, egli ha preso provvedimenti impopolari andando a toccare pensioni e patrimoni.

La doccia è stata fredda, cari posteri, ma per fortuna anche quest’anno il presepio non resterà sguarnito perché all’orizzonte il santo da glorificare in vita ad un certo punto è arrivato e per di più operando un vero e proprio miracolo, di quelli di una volta: la resurrezione. Il personaggio in questione è lo showman Fiorello che totalizzando con il suo nuovo spettacolo televisivo uno share del 48%, ha fatto il miracolo di resuscitare la Rai in particolare e la Tv cosiddetta generalista nel suo insieme, le quali considerando lo stato di decomposizione del cadavere, più che a Lazzaro somigliavano a Tutankamon o peggio, a Donatella Versace. Se ci aggiungiamo poi la moltiplicazione degli spettatori (ben 12 milioni) i miracoli diventano due a questo punto, cari posteri, trattandosi di cose trascendentali si sconfina nel dogma per cui da persona non religiosa (anzi addirittura “anti”) quale sono, non posso certo io penetrare a fondo nel Mistero glorioso del successo di questo show. All’apparenza ne #ilpiùgrandespettacolodopoilweekend (questo il titolo del programma) sembra che di grande abbia la scenografia e la simpatia di Fiorello ma non grandi battute e grandi idee. In pratica è noioso ma a dire questo si rischia di diventare eretici o addirittura impopolari come Monti e di restare fuori dal presepio che al momento finché il Vaticano ha il potere che  ha l’Ici sulle casette e sulla grotta per il momento non si pagano.

Questo, cari posteri, per oggi è tutto. Con affetto, il vostro antenato Claudio Fois

Link consigliato: Il dito medio do Galileo da “Il sogno eretico” di Caparezza

http://www.youtube.com/watch?v=gzlm7NSJcJE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...