Numero 2                                                                                                             Mercoledì 06 Giugno 2012

MAKKE Post

Rubrica dedicata alla terapia medica di riabilitazione che con pratici consigli permette di utilizzare in modo autonomo mezzi fisici come la ginnastica e il massaggio.

LE CORRETTE POSTURE

( Dott.ssa Laura Vinciguerra )

 Salve amici,

in questo mio secondo “post” continuerò a parlare di postura e delle corrette posizioni del corpo da assumere, “le posture corrette”, nella vita quotidiana.

Durante la giornata si alternano fondamentalmente lo stare sdraiati (postura supina), lo stare seduti (postura seduta) e la stazione eretta statica e dinamica (cioè in movimento). Vi siete mai chiesti come dormite, se assumete una corretta posizione da seduti e quale dovrebbe essere la giusta posizione del nostro corpo in piedi (stazione eretta statica)?

Ebbene è importante che il nostro sonno sia tranquillo, profondo (di almeno 6 ore), ininterrotto (essendo il sonno formato da 4 fasi che si alternano e in quella REM ci sono anche i sogni!) e che tutti i muscoli siano distesi. A tal proposito sarebbe necessario:

•            Dormire su un materasso di consistenza media cioè non troppo rigido ma neanche morbido (di quelli che ci si affonda!);

•            Evitare coperte pesanti e/o materiali sintetici;

•            Avere un buon cuscino che riesca a rispettare la conformità della lordosi cervicale: NO a cuscini troppo alti – NO a cuscini troppo bassi – ASSOLUTAMENTE NO dormire senza cuscino.

Passando alla posizione da seduti, la sedia dovrebbe avere una giusta altezza (ad esempio rispetto alla scrivania), in modo da formare un angolo retto tra coscia e gamba permettendo ai piedi di appoggiarsi perfettamente al pavimento. A tal proposito, possedere o acquistare una sedia ergonomica potrebbe aiutare a non assumere atteggiamenti errati nel corso di una giornata lavorativa, davanti un pc o una scrivania. E’ importante sedersi posizionando la zona lombare quanto più possibile allo schienale e non assumere un atteggiamento curvo sulla scrivania. Gli arti superiori dovrebbero essere ben appoggiati a partire dal gomito che deve essere a 90°, avambracci paralleli alla scrivania e polsi appoggiati ad un supporto.

ASSOLUTAMENTE NON USARE la sedia girevole per ruotare o inclinare il tronco ad esempio per aprire un cassetto posto sotto la scrivania o posizionare il pc in un angolo della scrivania – PC POSTO FRONTALMENTE O MEGLIO DAVANTI A NOI.

Una posizione seduta con dorso curvo protratta nel lavoro e nel tempo può causare la regressione a una cifosi totale.

Nella stazione eretta è fondamentale che siano rispettate le curve fisiologiche della colonna vertebrale ossia che tutte le strutture ossee siano ben allineate; l’aumento o la  diminuzione di una delle curve viene compensata dalla variazione delle altre due. Tutto ciò parte dai piedi che devono essere tenuti saldi sul pavimento e paralleli tra loro. sendo il bacino che sostiene tutta la colonna, questa è una zona che scatena svariati problemi alla colonna; nella maggior parte dei casi, si parla di dismetria di un arto inferiore (un arto con lunghezza maggiore rispetto all’altro) ma si dovrebbe verificare se questo accorciamento, è reale o funzionale per cui il bacino, ad un attento esame obiettivo posturale, risulta inclinato dallo stesso lato dell’accorciamento, come pure la zona lombare, mentre il cingolo scapolare si inclina dalla parte opposta.

Osservando il profilo di una persona, immaginiamo un filo che cade a piombo e che partendo dall’orecchio, passi per la spalla, per il gomito, per la cresta iliaca lateralmente per scendere, attraverso il ginocchio ed anteriormente al malleolo del piede. Questa è la stazione eretta statica che ognuno di noi dovrebbe avere.

Camminare in modo corretto non è facile ed ognuno di noi ha una sua peculiarità nel cammino. Ma la deambulazione corretta, presuppone che il tallone esegua un movimento di rullata sul terreno, che dal tallone arrivi fino alla pianta del piede e sino all’alluce che è l’ultimo dito a doversi staccare dal suolo (tacco e punta dico nella mia riabilitazione del passo!). Camminare avendo una posizione eretta ma non rigida, stabile e con il baricentro che cade tra i due piedi. Gli arti superiori dovrebbe assecondare il cammino in modo che il braccio destro va in avanti quando si fa un passo in avanti con l’arto inferiore sinisto e viceversa.

Concludo con un piccolo post su come prendere e sollevare pesi. Sarebbe un argomento da sviluppare ampiamente e se vorrete lo farò!

Ricordatevi di non sollevare oggetti pesanti con movimenti o scatti bruschi e sempre a busto flesso. Piegare SEMPRE le ginocchia mantenendo il busto eretto con eventuale contrazione dei muscoli addominali durante il sollevamento di un peso. In questo modo, tuteliamo la nostra schiena e riduciamo la pressione sul tratto lombare e l’insorgenza di altri gravi e dolorosi problemi.

Grazie per la vostra attenzione.

Un saluto

Dott.ssa Laura Vinciguerra

Annunci
commenti
  1. Maurizio ha detto:

    ..di fronte al computer, sulla mia sedia girevole, verifico la mia postura… che disastro… grazie dei tuoi utili consigli: proverò seguirli.

    • Laura ha detto:

      E’ sufficiente che la tua sedia girevole abbia uno schienale in modo da stare seduto correttamente, se poi il tuo pc è davanti a te e non devi girarti con la sedia ancora meglio! Hai il 50% circa della tua postura corretta! Grazie per il tuo commento. Ciao Maurizio

  2. alessandra ha detto:

    Laura complimenti!!!! mercoledì finirò la palestra, ma sicuramente continuerò a seguirti sul blog. mi aspetto la spiegazione di qualche esercizio utile a mantenere la schiena agile e leggera, come mi hai insegnato con la tua preziosa e simpatica guida! 🙂 alessandra

  3. laura ha detto:

    Grazie Alessandra, è un piacere leggerti! Facciamo tesoro anche di semplici consigli su come stare seduti o dormire, il resto poi lo fa il nostro corpo che si adatta a nuovi aggiustamenti..Ricordati parte tutto dal nostro cervello e se abbiamo la volontà, l’impegno e la voglia di far passare quel dolore (nel tuo caso alla zona lombare) dopo aver eseguito alcuni semplici esercizi, prima o poi passerà o si allevierà! un abbraccio. ps se vuoi chiedermi qualcosa in particolare sono su facebook: laura vinciguerra, foto con due bambini!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...